10 DRITTE SULLO SCRIVERE
  1. Non avere fretta. L’editoria è lenta, si muove secondo tempi tutti suoi. A volte, tra la parola “fine” di un romanzo e la sua pubblicazione possono passare anche anni. Se dovesse succedere, impiega il tempo scrivendo altro.
  1. Non essere pigro. Scrivere richiede una grandissima quantità di energie. Se occorrerà fare un sopralluogo per dare verosmiglianza a una scena, alza il culo e fallo. Se occorrerà riscrivere un capitolo, alza il culo e fallo. Se occorrerà modificare decine o centinaia di pagine, alza il culo e fallo. Conosco una quantità enorme di persone che falliranno, non per mancanza di talento, ma per pigrizia.
  1. Non fidarti di chi non ne sa nulla. È pessima abitudine delle persone quella di dare consigli su argomenti di cui ignorano più o meno tutto; e lo fanno, quasi sempre, con assoluta certezza. Seleziona le persone alle quali rivolgerti: ti potranno aiutare sul serio.
  1. Non fare a gara con gli altri, ma con te stesso. Non sbraitare contro quell’autore o quell’altro autore, quel libro scritto da una velina o quel best-seller pubblicato da un calciatore. E non andare nemmeno in competizione con i tuoi colleghi: non serve a nulla. Lotta per migliorarti, non per essere migliore degli altri.
  1. Non farti abbattere da un flop. Capita sempre, può capitare a tutti. L’importante è riprovarci. Cadi novantanove volte, alzati cento. Tantissimi autori, dopo un flop iniziale e un silenzio durato anni, sono tornati in libreria con un best-seller.
  1. La scrittura non è una scienza esatta, ma nemmeno una fortuna che capita per volontà divina. Sappi che molti degli autori che vedi esposti sugli scaffali hanno faticato anni prima di arrivare lì. Fa’ lo stesso. Leggi, studia scrittura, scrivi; leggi, studia scrittura, scrivi. E poi ancora e ancora e ancora.
  1. Metti qualcosa di tuo, dentro le storie. Emozionati assieme ai personaggi che si emozionano. Usa la tecnica, ma scrivi col cuore. Applica le regole, ma fatti guidare dall’istinto. La tecnica e lo studio sono indispensabili, ma non bastano. Se ci metti il cuore, il lettore se ne accorge.
  1. Sii severo con te stesso. L’autodisciplina è una dote spesso sottovalutata, ma imprescindibile.
  1. Se hai poco tempo e le ore non ti bastano, significa che devi sottrarre del tempo a qualcos’altro, per scrivere. Non è bello, ma è così. Non c’è altra strada. Se non riesci a trovare un tempo minimo da dedicare alla scrittura, significa che devi riorganizzare la tua giornata. Altrimenti non produrrai mai nulla e rimanderai sempre.
  1. Non ti fidare di chi ti dice che un vero scrittore dovrebbe scrivere tutti i giorni. E non ti difare di chi ti dice che un vero scrittor non dovrebbe scrivere tutti i giorni. Banalmente, non esistono regole assolute sulla scrittura. La verità è molto più prosaica: ogni autore è diverso dall’altro.

Diego Di Dio © 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous

Come scrivere i dialoghi: 5 consigli

You are here

10 dritte sullo scrivere